Permettere a tutti di essere come sono – Adyashanti

Uno dei pericoli del dire la verità a se stessi e agli altri – inevitabilmente – quasi ogni volta che faccio un discorso come questo in pubblico in un secondo tempo, forse il giorno dopo, o la settimana dopo, qualcuno viene da me e mi dice: “Sai, Adya…
…hai presente quel discorso che hai fatto sulla sincerità, l’onestà eccetera?” E io ribatto: “Sì, mi ricordo quel discorso”
e l’altro “Beh, sai, qualcuno si è fatto avanti in seguito nel parcheggio decidendo che aveva bisogno di raccontarmi tutto il marcio che pensava di me, nel nome dell’onestà.”
E io semplicemente scuoto la testa e dico “Dio mio!” … Vedete? Questo è… io esito persino a fare discorsi su questo argomento! Perché è così facile da fraintendere!
La verità è uno standard molto elevato! Non è un gioco.
Dire ciò che è vero dentro di noi non è dire ciò che pensiamo, non è raccontare la nostra opinione, non è gettare il secchio della spazzatura della nostra mente su qualcun altro
“Questo è quello che penso di te, questo è quel che sento nei tuoi confronti, questo è il mio giudizio su di te.”…
Nono è questa verità Quella è illusione.
Quella è distorsione.
Quella è la propria immondizia, è il proprio problema, è la propria proiezione.
Cos’è la verità? La verità non è… scaricare le nostre opinioni su qualcuno. Quella non è verità. La verità non è raccontare le nostre convinzioni sulle cose. Quella non è verità. Quelli sono proprio dei modi in cui ci nascondiamo dalla verità.
La verità è molto più intima di così. Quando diciamo la verità la sensazione è molto più quella …di una confessione.
Non nel senso di confessare qualcosa di male o di sbagliato, ma nel senso di venire completamente allo scoperto.
La verità è una cosa semplice. Dire la verità è parlare da un senso di totale e assoluta mancanza di difesa e per poterlo fare con un minimo di coerenza dobbiamo non solo aver incontrato ogni luogo in noi stessi che abbia paura di questo, ma  dobbiamo anche vedere quale sia la struttura di credenze che ho che mi dice che non posso farlo.
Perché queste strutture di credenze sono per la loro stessa natura basate sull’irrealtà,  ma saperlo non basta! Bisogna vederlo veramente, percepirlo davvero!
Esattamente, ciò che si crede quale sia l’esatta struttura di credenze che ti porta nella dualità, che ti fa entrare nel conflitto e nel nascondersi.
Inoltre, risveglio, realizzare l’inerente libertà dell’essere, se è vero ed autentico, se è reale,
significa che è dato all’intero mondo, è dato ad ognuno!
La vera libertà non è “Io sono libero”. La vera libertà è “Ogni cosa è libera!”
Che significa: ognuno ha la libertà di essere ciò che è, sia che sia risvegliato o non risvegliato, illuso o non illuso… Libertà significa che tutto e tutti possono essere esattamente come sono.
E a meno che non siamo arrivati a quel punto a meno che non abbiamo compreso che è così che la realtà vede le cose… allora stiamo in realtà trattenendo la libertà negandola al mondo la vediamo come un possesso ci preoccupiamo solo di noi stessi, di quanto possa star bene io, di quanto possa sentirmi libero io.
Ma la vera libertà è un dono a tutto e tutti. Come disse Buddha subito dopo il suo risveglio
“Io e tutti gli esseri, ovunque, abbiamo simultaneamente ottenuto la liberazione”. che dal punto di vista della mente convenzionale… è impossibile da comprendere.
Se ogni cosa si è risvegliata – potrebbe dire qualcuno – perché io non sono risvegliato?
Se Buddha ha ragione, che l’intero mondo si è risvegliato quando lui si è risvegliato, allora perché io non sono risvegliato? Non posso spiegarlo realmente alla mente convenzionale.
Ciò che Buddha esprimeva era che non era stato Buddha a risvegliarsi non era stata questa persona a risvegliarsi era stata la totalità ed era stata la realtà che si era risvegliata e che esprimeva quel risveglio attraverso questo essere chiamato Buddha.
Ma una delle cose importanti di questo è permettere all’intero mondo di risvegliarsi.
E permettere al mondo intero di risvegliarsi significa che l’intero mondo è libero.
Ognuno è libero di essere come è!
Finché il mondo intero non è libero di essere d’accordo o in disaccordo con te finché non hai dato ad ognuno la libertà di trovarti piacevole o non piacevole, di amarti o di odiarti di vedere le cose come le vedi tu o in maniera diversa finché non hai dato al mondo intero la sua libertà, allora non avrai mai la tua.
Questa è una parte molto importante del risveglio.
E’ una parte facile da lasciarsi sfuggire…Di nuovo, se fossimo pienamente risvegliati sarebbe impossibile lasciarsela sfuggire, ma la maggior parte delle persone non si risveglia pienamente all’inizio, tutto d’un colpo.
Questo è molto importante, però! Ognuno può essere ciò che è. E solo quando ad ognuno è permesso di essere quello che è quando hai dato a tutti quella libertà…quando hai dato loro la libertà che già possiedono, allora trovi dentro te la capacità di essere semplicemente onesto e reale e vero.
Perché non possiamo essere veri  finché ci aspettiamo o vogliamo che gli altri siano d’accordo con noi questo ci farebbe contrarre:
“Forse a loro non piacerà quel che dico, forse non saranno d’accordo… forse a loro non piacerò…”
Questi sono tutti modi in cui tratteniamo la libertà negandola agli altri. Quindi quando cerchiamo di proteggere noi stessi stiamo anche trattenendo la libertà negandola a tutti gli altri.
Ma se dovessimo guardare a fondo nella natura della realizzazione stessa quando la realtà si risveglia a se stessa, quando realizziamo che siamo quell’unico e solo spirito che si manifesta come tutto e tutti nella natura propria di quella stessa realizzazione c’è la libertà totale per tutto.
Adyashanti
(Traduzione Daniela Leardini)
Libri consigliati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...